Chi Siamo

Chi Siamo

Continuando la rassegna sugli esercizi di ristorazione della frazione di Materdomini, ci occupiamo in questo numero de La Sorgente della storia dell’attuale ristorante “L’angolo Verde”, erede dell’antica “Trattoria e Locanda Di Masi”.
A dare inizio all’avventura ristorativa fu la coppia Salvatore Di Masi classe 1917 e Maria Gonnella classe 1921, chiamati da tutti affettuosamente Tiruccio e Marietta.
Salvatore svolgeva l’attività di contadino coltivando l’abbondante terreno di sua proprietà e allo stesso tempo svogeva anche l’attività di muratore tanto da costruirsi, a partire dagli anni cinquanta, il proprio immobile. Dal 1956, nel periodo di maggio-giugno, parte della struttura fu adibita a locanda e trattoria per accogliere i numerosi pellegrini che giungevano al Santuario di San Gerardo. Inizialmente l’attività venne svolta solamente nelle domeniche quando la “Casa del Pellegrino”, gestita dai Padri Redentoristi, non riusciva ad ospitare la massa di pellegrini che giungevano il sabato dalle zone di Caserta e Bari.
Inizialmente la “Trattoria e Locanda” assicurava solo un posto letto ed una sala dove i pellegrini consumavano il cibo che si portavano da casa. Fu in un secondo momento che Marietta iniziò a far gustare i prodotti caserecci quali fusilli, cavatielli, matasse, sopressate, polli ruspanti, formaggi vari, il tutto accompagnato dall’ottimo vino dello stesso Tiruccio. Non solo la bontà del cibo ma anche l’ospitalità dei proprietari, in particolare di Marietta, donna capace di far sentire tutti a casa propria, fecero si che la Trattoria e Locanda” si affermasse come realtà ristorativa di Materdomini.
Tiruccio e Marietta erano orgogliosi della loro grande famiglia composta da otto figli tutti impegnati con grande passione e dedizione a portare avanti l’attività dei genitori.
Dopo la chiusura per ristrutturazione fu Gerardo e la sua famiglia, unito all’inseparabile fratello Carmine, ad occuparsi del ristorante che fu riaperto nel 2007 con un nuovo nome:”Ristorante L’angolo Verde”. Anche Gerardo, come il padre, ha una famiglia numerosa. Un padre orgoglioso di cinque figli: Maria – Virginia – Salvatore – Debora e Antonio.
L’entusiasmo e la caparbietà di Salvatore e Antonio è la stessa del nonno Tiruccio. Con grande simpatia i due fratelli accolgono i clienti nel nuovo ristorante, a due passi dal Santuario, mentre Virginia, custode degli insegnamenti della nonna Marietta si occupa con grande dedizione alla cucina.
La meravigliosa posizione in cui il ristorante è collocato, il gusto dell’arredo interno ed esterno, la genuinità del cibo, la passione dei proprietari sono i presupposti per un futuro ricco di soddisfazioni.